Thiene: buoni spesa a 302 famiglie. Al via da oggi la consegna ai beneficiari direttamente a casa.

Come promesso il Comune di Thiene si muove con i buoni spesa per le famiglie in difficoltà.

Delle 414 domande esaminate ne sono state accolte 302 e da oggi, 15 aprile, quattro squadre formate da un dipendente comunale ed un addetto della Protezione Civile, passeranno direttamente presso il  domicilio dei richiedenti per la consegna.
Il buono spesa è del valore di 20 € spendibili presso gli esercizi commerciali che ne hanno dato disponibilità al Comune.

«Abbiamo così esaurito – dichiara il Sindaco, Giovanni Casarottol’intero fondo, di quasi 130mila euro che il Governo aveva stanziato per il Comune di Thiene. Nel novero degli assegnatari la maggior parte è di nuclei familiari che non hanno mai chiesto finora alcun aiuto ai Servizi Sociali. Figurano anche partite iva. C’è anche qualche caso di ex assistiti, da tempo diventati economicamente autonomi».

 Come era stato deciso dalla Giunta Comunale, gli importi complessivi sono, di € 200,00 per famiglie monoparentali, € 320,00 per nuclei familiari di due persone, € 440,00 per nuclei di tre persone e di € 560,00 per famiglie con quattro o più componenti.

 Purtroppo non tutte le domande, come dicono i numeri sopra, sono state accettate, soprattutto a causa della mancanza dei requisiti come la presentazione fuori termini di scadenza, o quelle presentate da cittadini non residenti a Thiene. O ancora perché la situazione patrimoniale era superiore al limite richiesto per poter usufruire del sussidio economico.

«Per alcune famiglie che sono rimaste escluse dall’assegnazione dei buoni spesa governativi per l’esaurimento del fondo stesso, – commenta in proposito Anna Maria Savio, Assessore ai Servizi alla Persona e alla Famiglia – il sostegno che daremo sarà sotto forma di buoni spesa elargiti da associazioni e liberi cittadini e che sono stati offerti in questi giorni al Comune. Ringrazio, in proposito, anche i Vigili del Fuoco Volontari di Thiene che mi hanno appena comunicato la loro generosa disponibilità al riguardo. Stiamo continuando, inoltre, con la consegna diretta giornaliera di generi alimentari e di borse spesa».

Rimane ancora aperta la disponibilità per i volenterosi a contribuire  con donazioni al Comune di Thiene per l’emergenza CORONAVIRUS, per le donazioni potete trovare conto corrente ed indicazioni sull’ allegato comunicato stampa del Comune di Thiene.
Per tali somme il Decreto Legge “Cura Italia” prevede una detrazione Irpef del 30% per le donazioni effettuate dalle persone fisiche e la deduzione integrale ai fini Ires e Irap per le donazioni effettuate dalle imprese.

Qui di seguito riportiamo il comunicato stampa del Comune di Thiene.

Logo comune di Thiene

Theine, 14 aprile 2020

Thiene: buoni spesa a 302 famiglie. Al via da domani la consegna ai beneficiari direttamente a casa.

La scadenza entro cui fare domanda per i buoni spesa era stata fissata per giovedì scorso e già nella giornata di venerdì gli Uffici dell’Assessorato ai Servizi alla Persona e alla Famiglia avevano esaminato tutte le 414 richieste pervenute, accogliendone 302.
Ad altrettanti nuclei familiari, dunque, i buoni spesa saranno consegnati a partire da domani, mercoledì’ 15 aprile, direttamente al domicilio da quattro squadre formate, ciascuna, da un volontario della Protezione Civile e da un dipendente comunale.
Ogni buono spesa è del valore di € 20,00, spendibile in ciascuno degli esercizi commerciali che hanno presentato disponibilità al Comune e il cui elenco è allegato ai buoni.
Gli importi complessivi sono, come era stato deciso dalla Giunta Comunale, di € 200,00 per famiglie monoparentali, € 320,00 per nuclei familiari di due persone, € 440,00 per nuclei di tre persone e di € 560,00 per famiglie con quattro o più componenti.
« Abbiamo così esaurito – dichiara il Sindaco, Giovanni Casarotto – l’intero fondo, di quasi 130mila euro che il Governo aveva stanziato per il Comune di Thiene. Nel novero degli assegnatari la maggior parte è di nuclei familiari che non hanno mai chiesto finora alcun aiuto ai Servizi Sociali. Figurano anche partite iva. C’è anche qualche caso di ex assistiti, da tempo diventati economicamente autonomi. »
Le domande che non sono state soddisfatte erano in gran parte non in regola con i requisiti richiesti in quanto spedite oltre il termine di scadenza o presentate da cittadini non residenti a Thiene o da richiedenti la cui condizione patrimoniale era tale da escludere situazione di reale necessità di sussidio economico.
« Per alcune famiglie che sono rimaste escluse dall’assegnazione dei buoni spesa governativi per l’esaurimento del fondo stesso, – commenta in proposito Anna Maria Savio, Assessore ai Servizi alla Persona e alla Famiglia – il sostegno che daremo sarà sotto forma di buoni spesa elargiti da associazioni e liberi cittadini e che sono stati offerti in questi giorni al Comune. Ringrazio, in proposito, anche i Vigili del Fuoco Volontari di Thiene che mi hanno appena comunicato la loro generosa disponibilità al riguardo. Stiamo continuando, inoltre, con la consegna diretta giornaliera di generi alimentari e di borse spesa. »
Si ricorda che, per chi volesse contribuire con donazioni al comune di Thiene per l’emergenza CORONAVIRUS, è possibile effettuare un bonifico nel seguente conto corrente di tesoreria del Comune:
IBAN: IT 14 O 03069 12117 10000 00 46 267 presso Banca INTESA SAN PAOLO Filiale di Padova, Corso Garibaldi, 22/26, con la seguente causale: “Erogazione liberale finalizzata all’acquisto di beni di prima necessità e interventi nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 – art. 66 D.L. 17 marzo 2020 n. 18”.
Per tali somme il Decreto Legge “Cura Italia” prevede una detrazione Irpef del 30% per le donazioni effettuate dalle persone fisiche e la deduzione integrale ai fini Ires per le donazioni effettuate dalle imprese.

 

Sei d’accordo? Vuoi approfondire l’argomento? Ci fa piacere.

Contattaci per dare risposta alle vostre domande e, perché no, per studiare una strategia di mercato online adatta alla vostra azienda.