Facebook Rooms sbarca in Italia.

A quanto pare, l’Italia sarà tra i primi paesi a poter testare il nuovo servizio del gigante blu: Facebook Rooms.

Ma, cos’è questa novità di Zuckemberg?
L’idea era quella di unire tutto, cioè i social che fanno parte del Gruppo di Menlo Park. Facebook,  Instagram e Whatsapp, creando un grosso hub di questi 3 gioielli della comunicazione.

Come funzionano le Stanze.

Prima cosa importante, tutto sempre con un occhio di riguardo alla privacy, almeno così sostengono gli sviluppatori.
Attraverso un link, tramite Facebook, vieni invitato da una community ad entrare in una Stanza ed unirti a loro senza scaricare nulla, puoi farlo attraverso il cellulare così come attraverso il pc. Chi crea la stanza controlla anche chi può partecipare, una sorta di amministratore per intenderci.

Le Rooms riguarderanno i profili privati, i gruppi e gli eventi (non le pagine pubbliche). E quelle aperte e a noi visibili, compariranno nella parte alta dell’app o del sito web, appena sopra le storie.

Gli strumenti disponibili per chi crea una stanza

Locking: le Stanze possono essere chiuse o aperte. Se una stanza è chiusa, non si può accedere; può farlo solo l’amministratore di un Gruppo se le stanze sono create tramite Gruppo.

Rimozione di un partecipante: chi crea una Stanza può eliminare partecipanti indesiderati. Se lascia la call, la stanza si chiude automaticamente e solo questa persona potrà riaprire la call in modo che altri possano collegarsi.

Abbandonare: se in qualsiasi momento non ci si sente al sicuro all’interno di una Stanza, la si può abbandonare. Il fatto che la Stanza sia chiusa non obbliga nessuno a rimanerci.

Reporting: è possibile segnalare una Stanza o qualcuno che violi gli standard della comunità. Da sapere che la segnalazione non include audio o video della stanza.

Bloccare: è possibile bloccare qualcuno che non ci piace, sia su Facebook sia su Messenger, senza che ne sia informato. Quando questa persona accede a Facebook, non potrà entrare in una Stanza creata da te.

Nuovi effetti virtuali

All’interno delle Rooms saranno disponibili tutte le varie tecnologie già presenti su Messenger, più nuovi effetti, sfondi immersivi e 14 nuovi filtri, nonché effetti di Realtà Aumentata. Tutto questo anche per festeggiare compleanni o fare un feste virtuali con amici rimanendo in casa.

La tecnologia non si ferma!

Sei d’accordo? Vuoi approfondire l’argomento? Ci fa piacere.

Contattaci per dare risposta alle vostre domande e, perché no, per studiare una strategia di mercato online adatta alla vostra azienda.